image

Il granchio nella pesca all’orata

l granchio è un abitante del mare molto diffuso, lo possiamo trovare su tutte le nostre coste, ed è una buona esca utilizzata soprattutto nella pesca dalla spiaggia. Ama mangiare le nostre esche lasciando i fili tutti “segnati” e molto spesso tagliati all’altezza dell’amo, come in questa foto dove ha attaccato un verme coreano.

image

In natura i granchi hanno diversi predatori naturali, tra cui le spigole e le mormore che si nutrono spesso dei piccoli granchi. L’orata è particolarmente attratta da questa esca anche nelle forme adulte, che tritura grazie alla sua possente mandibola. Tendenzialmente è un’esca selettiva, che può portare in canne esemplari di buone dimensioni.

Innesco: una volta catturato un granchio vivo occorre preparare un finale con 2 ami, in genere del numero 8, ed innescarli nello spazio della zampe posteriori.  Altri pescatori tolgono una zampa posteriore su esemplari grandi,  o una coppia di zampe posteriori su quelli piccoli, e poi fanno passare un unico amo negli interstizi così creati; personalmente preferisco utilizzare una coppia di ami e lasciare integro il granchio (eventualmente per assicurarlo all’amo si possono utilizzare dei comune elastici).

Nel lancio occorre fare attenzione e possibilmente appoggiare l’impatto con l’acqua, evitando di uccidere l’esca.